Blog 2020: numeri e strategie migliori per continuare ad avere successo con il blogging

Da alcuni anni, un po’ come accade per la SEO, anche per chi sceglie di aprire un blog si sente puntualmente arrivare la fatidica considerazione: ma come, apri un blog nel 2020? Ormai il blogging è morto! Dedicati piuttosto ad un account youtube o instagram per diventare un influencers!

Eppure, puntualmente, questa cosa viene smentita; puntare su un blog ha ancora molto senso e può risultare vincente, a patto che non si creda, come poteva accadere 10 anni fa, di arrivare a fare traffico con articoli standard da 300 parole con testi riadattati da altri siti. Ecco, questo tipo di blogging è sicuramente morto e non porterà alcun successo.

Se invece siamo esperti di un settore o nicchia, e siamo in grado di creare risorse uniche rilevanti che incontrano l’intento di ricerca degli utenti soddisfacendo realmente i loro bisogni, allora aprire un blog può trasformarsi in un’eccellente opportunità che potrà portare tutti i benefici del caso (traffico organico da utenti in target, conversioni, entrate economiche).

Come è cambiato il blog? 5 anni di statistiche, dati e tendenze sui blog

E’ questo il titolo di una incredibile ricerca sul “fare blogging” condotta da Orbit Media Solutions su circa 1000 blog famosi e che copre l’arco temporale degli ultimi 5 anni, segnando quindi in prospettiva quelli che potrebbero essere i trends migliori per il 2020 da mettere in pratica per mettere il “turbo” ai progetti basati sulla produzione di articoli.

Questa ricerca è stata presa in esame anche da Giorgio Taverniti sul suo canale youtube, e nel prosieguo di questo articolo andremo a conoscerne insieme gli aspetti più salienti.

Cominciamo con un aspetto importantissimo: le migliori tattiche da mettere in atto per ottenere maggiori risultati. Il grafico sottostante ci dice che sul podio delle cose da fare per creare un articolo di successo ci sono: 1) inserire 10 o più immagini; 2) scrivere almeno 20 bozze di titolo tra cui scegliere quello giusto; 3) pubblicare quotidianamente.
Ma incredibilmente, soltanto il 3% dei blogger fa queste cose! Perché sono azioni che richiedono molto tempo; la qualità richiede dedizione e molto lavoro.

Tattiche migliori per blog

E infatti, se passiamo a vedere il periodo medio impiegato per realizzare un singolo articolo, vediamo come dal 2014 ad oggi si sia passati da circa 2 ore a 20 minuti a quasi 4 ore, con il 19% dei blogger che ammette di impiegarci anche più di 6 ore.

quanto tempo per scrivere un blog

E per quanto riguarda la fatidica lunghezza del post in parole? Nel 2019, quelli che hanno riscosso maggior successo contavano circa 1236 parole. E la tendenza per il 2020 è quella di scrivere articoli superiori alle 2000 parole!

Quante parole per singolo articolo

E siccome realizzare contenuti di così alta qualità richiede molto tempo, ecco che la frequenza di pubblicazione cala; molti blogger ammettono infatti oggi di pubblicare con cadenza settimanale (anche se il massimo dei risultati si continua ad ottenere con una frequenza di pubblicazione giornaliera).

Infine, dato che ci occupiamo principalmente di SEO, ultimi due dati che confermano ancora l’importanza di fare una buona keywords research prima di scrivere e dello studio a posteriore dei risultati/dati (analytics).

Quindi, una volta di più, questo imponente studio condotto sui principali 1000 blog in UK, ci conferma quanto sia importante, già da ora, e per il prossimo futuro, scrivere risorse di altissima qualità, originali e utili; solo così Google continuerà a premiare la nostra attività di blogging. (Se volete leggere in dettaglio tutto il report potete seguire il link inserito ad inizio articolo.)

Se invece siete appassionati all’argomento “blogging” possiamo segnalarvi sul nostro blog i seguenti articoli:

Cosa possiamo fare per te

Se desiderate saperne di più o siete interessati ad un servizio di marketing digitale di elevata qualità, LinkJuice è l’agenzia di digital PR, link building, seo e brand reputation (reputazione online) che può supportare al meglio la tua idea di business digitale e seguirti step by step per potenziarlo al massimo, aumentando i ricavi.

Commenti Facebook
Torna su