serp google e posizionamento sui motori di ricerca

SERP: come funziona

Pensa a cosa accade quando cerchi un risultato sui motori di ricerca, precisamente pensa a dove i risultati vengono visualizzati. Ecco, quella è la SERP.

La Search Engine Result Page è la pagina dei risultati dei motori di ricerca a cui si accede dopo una query, quindi dopo aver cercato una parola chiave (keyword) o una frase ben precise.

Esistono due diverse tipologie di SERP, quella organica e quella a pagamento. La SERP a pagamento è la parte dei risultati di ricerca dedicati alle inserzioni di Google Adwords che si trovano in alto, a destra e in basso, mentre quella organica mostra tutti gli altri risultati non a pagamento nella parte centrale della pagina.

Per capire come è strutturata una SERP, basta avere chiaro qualche semplice elemento. A destra della SERP trovi molti elementi come gli annunci tramite Google Adwords, come abbiamo già accennato, le mappe di Google Maps e le schede locali, oltre che i box di Knowledge Graph che permettono di avere maggiori informazioni relative alla ricerca fatta.

Nella parte inferiore della SERP invece, puoi trovare tutte le ricerche correlate, cioè un elenco di query che possono esserti utili per affinare o cambiare la tua ricerca. A seguire invece, trovi le altre pagine della SERP con cui puoi continuare a cercare informazioni.

SERP: quali elementi si trovano in una pagina

Se prima la SERP, semplice e lineare, si presentava come un elenco di URL, oggi la troviamo arricchita di molti elementi.

A differenza di qualche tempo fa, fornisce risultati che ricerchi secondo diverse modalità che possono essere immagini, video, notizie, mappe e secondo diverse funzionalità come segnalazioni di recensioni e commenti, Knowledge Graph e non solo.

Ciò che prima non era possibile sono anche le personalizzazioni e le geolocalizzazioni, ciò significa che il motore di ricerca fornisce risultati in base alle informazioni geografiche e linguistiche che ha.

Elementi che fino a pochi anni fa non era neanche pensabile immaginare, considerata la loro precisione e utilità nelle ricerche che effettuiamo in rete ogni giorno.

È chiaro che facendo ricerche differenti si modifica anche la struttura della SERP, precisamente la parte a destra con differenti annunci e la tipologia degli elementi dei risultati.

I risultati che rientrano nella SERP sono solitamente dieci, ma ciò dipende dal tipo di ricerca e sono composti da tre elementi: meta description, tag title e URL.

SERP: il triangolo d’oro

Raggiungere il triangolo d’oro dei motori di ricerca è l’obiettivo di chi lavora in rete perché significa trovarsi nelle prime tre posizioni della prima pagina. Risultato non da poco, che dipende da  un sistema di algoritmi influenzati da una serie di elementi che spaziano dalla densità delle parole chiave, alla velocità di caricamento del sito, ma anche all’utilizzo di foto pertinenti e di qualità così come il livello dei contenuti testuali e non solo (pensiamo anche all’influencer marketing che è capace di condizionare il volume di ricerche effettuato dagli utenti di una determinata nicchia).

Sono numerosi, infatti, i fattori che concorrono al posizionamento di un sito nel triangolo d’oro, da quelli più importanti ed evidenti a quelli più piccoli e apparentemente più irrilevanti degli altri.

Cosa possiamo fare per te

Se desiderate saperne di più o siete interessati ad un servizio di elevata qualità per migliorare il posizionamento del vostro sito nelle serp di vostro interesse, LinkJuice è l’agenzia di digital PR, link building, seo e brand reputation (reputazione online) che può supportare al meglio la tua idea di business digitale e seguirti step by step per potenziarlo al massimo, aumentando i ricavi.

Commenti Facebook