piano marketing

E’ molto importante avere le idee chiare in merito ai propri obiettivi aziendali, i valori e i clienti target da raggiungere con un progetto digitale. Bisogna anche pensare a quali azioni intraprendere per posizionarsi sul mercato in maniera competitiva. Affinché tutti questi elementi vengano resi armonici è però necessario predisporre un piano marketing chiaro e con obiettivi misurabili.

Stiamo parlando di un documento chiave, che contiene al suo interno sia la strategia che le azioni operative da portare avanti per raggiungere i risultati d’impresa. Lo scopo del piano è coordinare e controllare le varie attività di marketing in un certo periodo di tempo. E questo con riferimento sia al brand che a specifici prodotti. 

Si devono mettere a fuoco mission e value proposition dell’azienda

Il piano marketing è quel documento attraverso il quale l’azienda va a tradurre gli obiettivi della strategia di marketing in azioni concrete. Ma come viene strutturato? Per prima cosa bisogna mettere a fuoco alcuni elementi chiave. Ad esempio, chi sono i clienti da raggiungere e in che modo ampliare in futuro il relativo bacino. Ma anche il business di riferimento e i suoi possibili sviluppi.

Ovviamente, sarà necessario comprendere e mettere in evidenza gli elementi che distinguono il proprio progetto o la propria azienda dai principali competitor. I lavori per la definizione del piano marketing strategico e operativo potranno essere avviati solo dopo aver chiarito sia la mission che la value proposition dell’azienda. 

Ecco i cinque step da compiere per realizzare il piano di marketing

Ci sono cinque step da compiere per produrre un perfetto piano di marketing. Si inizia dall’analisi del contesto, poi si passa alla definizione degli obiettivi e alla pianificazione strategica. Segue il momento di attuazione di tali strategie e, infine, arriva quello del controllo dei risultati raggiunti.

Ovviamente stiamo parlando di una guida generica. È valida sia per un’azienda strutturata, che per un freelance e libero professionista. A cambiare saranno l’organizzazione del lavoro, le risorse da investire, gli obiettivi da traguardare e le tempistiche. Il pianeta del web marketing è in continua espansione e documentarsi per restare al passo con i tempi è sempre necessario.

Analisi del contesto

Si parte dall’analisi del contesto. È necessaria a capire quale sia lo scenario di riferimento e a raccogliere gli elementi utili a prevedere il suo sviluppo. Bisogna riuscire a ridurre il livello di incertezza e in questo senso potrà venire in aiuto l’analisi SWOT. Ovvero, lo strumento di pianificazione strategica che consente di valutare debolezze, punti di forza e opportunità relativamente a un progetto. Ovviamente, anche l’analisi dei competitor sarà utile, così come quella delle buyer personas per capire il target di pubblico. 

Definizione obiettivi del piano marketing

A questo punto bisogna definire gli obiettivi, che dovranno essere organizzati in modo gerarchico secondo un ordine di priorità. E’ chiaro che dovranno essere sia realistici che raggiungibili, oltre che misurabili e calibrati su quelle che sono le specifiche caratteristiche dell’azienda. 

Piano marketing: pianificazione strategica

Si passa poi alla pianificazione strategica, che anticipa la parte operativa vera e propria. Siamo al culmine della pianificazione. È il momento di passaggio tra la strategia e l’attuazione delle azioni più idonee al raggiungimento degli obiettivi individuati a monte. E’ a questo punto che si definiscono elementi clou come il prezzo dei prodotti, la loro distribuzione e spinta pubblicitaria, ma anche il tipo di comunicazione

Messa in atto delle strategie

A questo punto abbiamo definito gli obiettivi da traguardare e gli strumenti più utili allo scopo, assieme ai principali elementi caratterizzanti l’intera campagna marketing. Possiamo finalmente partire con la messa in atto delle strategie. Prima di fare questo c’è un’ultima cosa da stabilire, relativamente all’individuazione di tempistiche e personale da impiegare

Monitoraggio risultati

Dopo il lancio dell’attività prende avvio anche il monitoraggio dei risultati. Oggi, grazie ai sempre nuovi e avveniristici strumenti che è possibile impiegare, il monitoraggio può avvenire in tempo reale. Ricordate che dovranno essere indicati con grande precisione i Key Performance Indicators, che serviranno a valutare l’andamento delle singole azioni di marketing.

Cosa possiamo fare per te

Se desiderate saperne di più o siete interessati ad un servizio di elevata qualità in digital marketing, LinkJuice è l’agenzia di digital PR, link building, seo e brand reputation (reputazione online) che può supportare al meglio la tua idea di business digitale e seguirti step by step per potenziarlo al massimo, aumentando i ricavi. 

Commenti Facebook
Torna su