Marketing emozionale: cos’è?

Cos’è il marketing emozionale

Cos’è il marketing emozionale

Di tipologie di marketing ne esistono migliaia. Ognuna utile per una precisa funzione. Ce n’è una che forse non tutti conoscono ed è quella del marketing emozionale. Proprio così, hai capito bene. Si parla di emozioni anche nell’universo di numeri e strategie che è quello del marketing, anzi diciamo pure che hanno un ruolo di primaria importanza. In che senso? Semplice, le emozioni giocano un ruolo decisivo nel processo di acquisto. Si compra in base a ciò che ci dicono le nostre emozioni. Sembra essere questa la filosofia legata agli acquisti, di qualunque genere essi siano, che si effettuino nei negozi tradizionali o in rete. Le carte in tavola non cambiano, ma questo lo saprai già. Insomma, le emozioni influiscono sulle nostre decisioni di acquisto (e non solo) e ci permettono di scrivere nella memoria tutto ciò che succede, oltre a situazioni, brand e prodotti. Ecco perché anche il marketing emozionale ha un ruolo importantissimo al pari di tutti gli altri tra i quali il content marketing, l’influencer marketing e tutti le altre tipologie, diverse e importanti allo stesso modo per una perfetta strategia online che sia capace di andare a coinvolgere gli utenti che sono anche potenziali clienti.

Come funziona il marketing emozionale

Non c’è molto da capire quando si parla di marketing emozionale. Quello che c’è da sapere è che il suo obiettivo è vendere un prodotto o un servizio e lo fa attraverso le emozioni che cerca di suscitare e rendere sempre più forti. In questo senso si tratta di uno strumento vincente perché fa si che il cliente non basi le proprie decisioni d’acquisto sulle caratteristiche tecniche di quel prodotto o servizio, ma sull’esperienza, sulle sensazioni e, appunto, sulle emozioni che quel prodotto/servizio gli farà provare e vivere. Così si percepisce quanto siano più importanti l’esperienza e le emozioni che un prodotto genera con il suo acquisto rispetto alle caratteristiche e alle funzioni vere e proprie. È così che in questi ultimi anni è cambiato il modo di pensare e interpretare lo shopping strettamente legato alle emozioni ed è proprio su questo concetto che il marketing emozionale fonda le sue radici. Ci sono delle regole da seguire se si desidera raggiungere dei risultati soddisfacenti. Precisamente si tratta del coinvolgimento emotivo dei clienti, dell’anticipazione e del soddisfacimento dei desideri dei clienti e della fidelizzazione dei clienti.

Esperienze da far vivere al cliente

In un panorama ricco di spunti e stimoli, ci sono alcune esperienze da far vivere necessariamente al cliente per raggiungere l’obiettivo sperato. La prima e più nota è l’esperienza sensoriale. Si tratta di tutte quelle che coinvolgono i cinque sensi, ovvero vista, udito, tatto, olfatto e gusto e che hanno una profonda influenza sul cliente. Le altre, importanti allo stesso modo, sono l’esperienza emotiva (coinvolge sentimenti ed emozioni), seguita da quella cognitiva (basano il coinvolgimento del cliente sulle azioni mentali), da quelle fisiche e mentali e quella relazionale (pone il consumatore in relazione con un gruppo di soggetti che hanno stessi interessi e aspirazioni).

Cosa possiamo fare per te

Se desiderate saperne di più o siete interessati ad un servizio di marketing emozionale di elevata qualità, LinkJuice è l’agenzia di digital PR, link building, seo e brand reputation (reputazione online) che può supportare al meglio la tua idea di business digitale e seguirti step by step per potenziarlo al massimo, aumentando i ricavi.
Commenti Facebook
Torna su