fbpx
sito web veloce

Molto spesso si tende a sottovalutare un aspetto legato alla progettazione di un sito internet che invece è importantissimo per quanto riguarda la soddisfazione degli utenti. Si tratta della velocità di caricamento delle pagine. Il motivo è presto detto: tra le principali cause dell’abbandono di un portale da parte degli utenti (e dunque della loro insoddisfazione) c’è proprio la lentezza del sito. Le aziende spesso scelgono di investire in effetti speciali e grafica, ignorando questo aspetto che invece è cruciale: il sito web veloce! 

I tempi d’attesa troppo lunghi favoriscono la concorrenza

Bisogna fare in modo che l’utente – sempre distratto e spesso di fretta – possa trovare velocemente e in modo comodo ciò che cerca. I tempi di attesa eccessivamente lunghi, online così come nella vita reale, non piacciono a nessuno. Si finisce spesso per annoiarsi, andare via oppure cambiare strada. Questo, su internet, può tradursi in una perdita di occasioni di vendita e tutto per colpa di un portale progettato male ed eccessivamente lento. 

Si stima che il tasso di abbandono online raggiunga circa il 30% se la pagina impiega più di quattro secondi per caricarsi, percentuale che quasi raddoppia se i secondi diventano dieci. E’ chiaro che farsi scappare un utente sul web vuol dire offrire un vantaggio ai diretti concorrenti: è proprio sui siti di questi ultimi che, infatti, le persone scontente probabilmente sbarcheranno cercando un’alternativa. 

L’importanza di un sito web veloce in ottica SEO

Progettare un sito affinché il caricamento delle pagine risulti sempre veloce e performante non è solo decisivo per una maggiore soddisfazione degli utenti. Questo aspetto va a influire anche in ottica SEO, sul posizionamento nella SERP dei motori di ricerca (Google in primis). A parità di altri fattori, infatti, un sito caratterizzato da una velocità di caricamento maggiore potrà ottenere un miglior posizionamento nella pagina che contiene i risultati di ricerca. Anche perché uno tra i principali obiettivi di Google è riuscire ad offrire agli utenti la migliori risposte alle diverse ricerche. Un sito web lento che si posizionasse in alto tra i risultati non offrirebbe un servizio di qualità o comunque completo. 

Il tempo trascorso esplorando il sito è un indicatore importante

Come detto, a una velocità di caricamento maggiore delle pagine corrisponde un coinvolgimento maggiore da parte delle persone. Queste ultime saranno ben disposte a trascorrere un tempo più lungo su quel portale, esplorandone le varie sezioni. E proprio questo finisce per essere un indicatore decisivo per Google: il numero di pagine visitate da ciascun utente e il tempo trascorso navigando sul portale, consentono di stabilire come quest’ultimo sia ritenuto affidabile e in grado di soddisfare le varie richieste. 
Infine facciamo una panoramica su un ultimo aspetto importante da valutare quando si parla di gradimento sul web: la frequenza di rimbalzo (o bounce rate). Questo indicatore riguarda la percentuale di utenti che visitano una pagina sola del portale, prima di abbandonarlo. Pur non essendo un’elevata frequenza di rimbalzo sempre connessa alla lentezza del sito, è chiaro che un portale che impone lunghi tempi d’attesa offrirà un’esperienza poco performante.

Commenti Facebook
Torna su